Ancora china e pennelli!

Corso di Sumi-e 墨絵
in collaborazione con
A.S.D. Fuji Yama Massa

Domenica 20 Maggio 2012 si terrà il Corso di Sumi-e  con la Maestra Chiseko ed Eri,
che seguiranno passo, passo gli studenti. Si terrà presso la palestra Fuji Yama in via Pascoli, 45 a Massa
che gentilmente ha dato la sua disponibilità  e sostegno anche per i precedenti Corsi di Shodo.

Il contributo per potervi partecipare è di 10,00€
con prenotazione anticipata, visti i pochi posti disponibili.
Per maggiori informazioni, potete contattarci direttamente  QUI.

Con il termine giapponese Sumi-e (墨絵) si indica uno stile pittorico monocromatico dellEstremo Oriente che utilizza solo inchiostro nero, ovvero il sumi, in varie concentrazioni. Questa tecnica nacque in Cina tra il 618-907 consolidandosi poi nel 960-1279. Fu introdotta in Giappone a metà del XIV secolo da alcuni monaci buddisti Zen, crescendo in popolarità fino al suo periodo di massimo splendore, compresa tra il 1338 e il 1573. Come nell’arte dello Shodo, l’artista prepara il proprio inchiostro polverizzando delle barrette contro un’apposita pietra 硯 – suzuri , oppure può utilizzarne di pronti.

I pennelli sono simili a quelli per la calligrafia, fatti di bambù con peli di animale come capra, bue, cinghiale. La punta del pennello è assottigliata, caratteristica indispensabile allo stile sumi-e. Quest’arte, predilige la raffigurazione dei Quattro Nobili, detti anche i Quattro Amici, che comprendono quattro specie di piante, rappresentanti ognuna una stagione:

Le orchidee raffiguranti la Primavera  春 – Haru
L’ume (il pruno asiatico) raffigurante l’Estate 夏 – Natsu
I Crisantemi raffiguranti l’Autunno 秋 – Aki
Il Bambù raffigurante l’Inverno 冬 – Fuyu

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

* Pur essendo tradizionalmente un’arte monocromatica, è possibile trovare diverse raffigurazione con piccole varianti di colore.

Annunci